Home » Codroipo » Crisi ASP Moro: “chiederemo una Commissione d’inchiesta”

Crisi ASP Moro: “chiederemo una Commissione d’inchiesta”

«Il PD di Codroipo vive con estrema preoccupazione la situazione di crisi in corso nell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Daniele Moro.
Già un anno fa avevamo denunciato come i bilanci dell’Ente, oltre ad essere presentati con grave ritardo (ad oggi non risulta essere ancora stato approvato il bilancio 2016) e con discutibile accessibilità rispetto agli obblighi di legge, stessero registrando anno dopo anno risultati negativi.
La crisi dell’ASP ora è nuovamente all’attenzione di tutti: l’Ente ha accumulato più di un milione di euro di perdite negli ultimi sei anni vedendo il proprio patrimonio gravemente eroso per quasi 4 milioni e mezzo di euro. Il denaro in cassa dell’Ente è diminuito di 4,7 milioni di euro tra il 2010 ed il 2015.

Con questo ritmo, in assenza di cambiamenti significativi nella gestione dell’Ente, in meno di dieci anni l’intero patrimonio dell’Ente (che è patrimonio dei cittadini di Codroipo e di Camino al T.) verrebbe consumato, mentre basterebbero un paio d’anni perché l’ASP diventi insolvente. Così il lascito del Cavalier Moro, benefattore della città, e con esso i servizi alle persone con fragilità, sarebbero solo un ricordo.
In questa situazione critica, apprendiamo dalla stampa delle dimissioni con polemica politica del Presidente dell’Ente. Tali dimissioni potrebbero sembrare come una bandiera bianca alzata in assenza di idee per correggere la rotta di una nave che rischia la deriva. Questa situazione va affrontata prima che sia troppo tardi: l’Ente Moro è patrimonio dei cittadini codroipesi e va tutelato, e non lasciato in fiamme. Le conseguenze di un eventuale, e speriamo evitabile, crack dell’Ente potrebbero avere conseguenze dirette e disastrose sul bilancio del Comune di Codroipo, ma prima ancora sui servizi per i cittadini più deboli.
Per questo motivo il Partito Democratico di Codroipo chiederà in Consiglio Comunale l’istituzione di una Commissione d’inchiesta che possa far luce sulla situazione economica e finanziaria dell’Ente. Chi ha cuore il tema della trasparenza, e chi è convinto che questo Ente stia operando al meglio delle proprie possibilità e sia in piena salute, dovrebbe essere convinto come noi dell’esigenza di sgomberare il campo da ogni perplessità e timore, facendolo nella sede istituzionale più consona, ossia il Consiglio comunale.»
Il segretario del circolo PD di Codroipo e Camino al Tagliamento
Giuseppe Damiani
Il gruppo PD in Consiglio Comunale
Fiammetta Montanari
Alberto Soramel
Nicolò Berti
Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*