Home » Codroipo » Le nostre proposte per…

Le nostre proposte per…

Autori: Giuseppe DAMIANI e Nader NAMIN SAREMI

La nostra visione è che una società non può esistere senza lavoro e che società e lavoro devono essere
contenuti in un quadro di valori rappresentati dal “paesaggio”, inteso quale insieme di fattori ambientali,
storici, culturali e umani. Lo sviluppo delle attività produttive è quindi un elemento strategico per la crescita
del sistema “comunità”.

agricoltura

Se pur consapevoli che tutti i cambiamenti richiedono tempo e forza per poterli attuare ci impegniamo ad attivare tutte quelle azioni che permetteranno un passaggio da AGRICOLTURA INTENSIVA ad una AGRICOLTURA DI QUALITA’. Attiveremo un MERCATO CONTADINO, riservato agli imprenditori agricoli con sede nel mandamento di Codroipo per favorire la vendita diretta dei prodotti derivati dalla loro attività agricola anche a seguito di manipolazione e trasformazione.

Il nostro territorio è caratterizzato anche dalle produzioni viticole sia di produzione che di trasformazione, ci impegneremo a sensibilizzare e sostenere le aziende nel percorso di adesione alle “STRADE DEL VINO E DEI SAPORI” in attuazione della L.R. 22/2015.

Favoriremo la conoscenza e l’uso delle produzioni agricole nella ristorazione locale attivando le risorse previste dalla L.R. 2/2002. La creazione di particolari eventi in collaborazione con Promoturismo FVG consentirà anche di attivare motivi di richiamo dal punto
di vista turistico.

Ci attiveremo per utilizzare le risorse previste dal Piano di Sviluppo Rurale in particolar modo la misura 7.4 finalizzata a rafforzare la coesione sociale anche attraverso la creazione di strutture in grado di erogare servizi come ad esempio i centri polifunzionali, sia
informativi che espositivi, e la misura 7.5 itinerari per la valorizzazione e la fruizione turistica del territorio rurale. I percorsi saranno individuati su tracciati già esistenti per una percorribilità slow a piedi in bicicletta e a cavallo.

Particolare attenzione verrà data alla misura 16, intervento 7.1 attraverso la creazione di un partenariato pubblico-privato ricadente su un territorio di 5 Comuni confinanti che prevede una dotazione finanziari di 3.000.000 di euro a progetto.

Avvieremo la creazione degli “ORTI URBANI” attraverso la concessione di un terreno per un periodo limitato ai richiedenti al fine di coltivare ortaggi, fiori, piccoli frutti; ma anche con lo scopo di stimolare rapporti sociali per creare un migliore senso di comunità.

Analizzeremo la possibilità di recupero e ripristino delle siepi e dei boschi ripariali per valorizzare l’ambiente naturalistico del nostro territorio caratterizzato dalle risorgive.

 

lavoro-e-imprese

Daremo competitività a Codroipo sviluppando le reti di trasporto dati. La presenza sul territorio di una dorsale regionale di fibra ottica deve favorire la crescita di collegamenti tra la scuola il mondo della ricerca e il mondo produttivo.

La creazione di spazzi condivisi per la crescita di nuove forme imprenditoriali sarà supportata dalla messa a disposizione di luoghi pubblici così pura ci attiveremo per la realizzazione di un fab.lab dove gli utenti possano progettare e fabbricare oggetti o realizzino piccole serie di prodotti.

Potenzieremo il servizio Attività Produttive perché oltre a dare risposte autorizzative come Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) sia di supporto alle aziende per l’individuazione di strumenti finanziari necessari all’ammodernamento dei processi, dei prodotti
e della internazionalizzazione ricorrendo alle risorse del Piano di Azione e Coesione (PAC) agli incentivi previsti dal fondo di Sviluppo e Coesione (PAR FSC) o leggi regionali (L.R. 2/1992 art.24 Contributi pluriannuali di promozione all’estero).

Codroipo fa parte del Distretto Industriale della meccanica, componentistica, materie plastiche, termoelettronica ( l.r 27/92) dal 2015 l’Agenzia COMET è stata riconosciuta come Cluster di prodotto e quindi le imprese che ne fanno parte potranno accedere ad una serie di provvidenze messe a disposizione, a tal proposito ci si attiverà per giocare un ruolo propositivo in sede di individuazione delle strategie del Cluster e tramite l’ufficio attività produttive si fornirà assistenza alle aziende insediate o in fase di costituzione.

Si avvieranno azioni di Marketing territoriale per attrarre nuove imprese nelle arre urbanizzate per gli insediamenti industriali o artigianali.

 

turismo
Il territorio del Medio Friuli può diventare “Destinazione turistica” in cui Codroipo dovrebbe fare da leader rispetto ai Comuni vicini. Oggi però siamo in una fase di precondizione turistica, quindi è più corretto rivolgere l’attenzione verso “l’escursionismo” per poi trasformarlo in “soggiorno”. Sia l’escursionismo che il turismo si basano su concetti quali “EMOZIONI” (cose da fare e da vedere), “SERVIZI” (chi offre opportunità e assistenza) ed “EVENTI” per attirare l’attenzione dei possibili fruitori.
Il collegamento con le valenze culturali, sportive, agro-alimentari, ambientali e commerciali diventa quindi elemento imprescindibile. Altro valore da tenere presente è il “BELLO”, un luogo urbanisticamente curato porta a fenomeni di valorizzazione dei patrimoni edilizi esistenti.

Emozioni
Valorizzeremo al massimo gli attrattori più forti quali VILLA MANIN e FRECCE TRICOLORI. Dopo aver costituito, attraverso le attività culturali, un “ECOMUSEO DELLE RISORGIVE” (L.R. 10/2006: la Regione FVG in concerto con le Amministrazioni Locali promuove la costituzione di ecomusei allo scopo di recuperare, testimoniare e valorizzare la memoria storica, la cultura materiale e immateriale del territorio per uno sviluppo sostenibile) lo renderemo fruibile portando i visitatori alla scoperta dei valori storici e culturali della nostra comunità quali: il territorio delle risorgive, i mulini (narrando la molitura dei cereali e la battitura del baccalà), porteremo i turisti alla scoperta dell’ambiente e della cultura percorrendo i luoghi descritti degli scrittori contemporanei (Bartolini, Giacomini, Marchetta).
La valorizzazione delle piste/percorsi ciclabili deve puntare a realizzare un sistema di collegamento con le grandi vie percorse dai ciclo-turisti quali Alpe-Adria, dorsale del Tagliamento con le emergenze storico-culturali o i luoghi valorizzati dall’ecomuseo. Fondamentale quindi è l’individuazione dei percorsi, la loro tabellazione e la loro promozione con materiali sia cartacei che attraverso il Web o la creazione di apposite App.
La valorizzazione in sinergia con le strutture regionali dei siti di interesse ambientale: Parco delle Risorgive, parco di Villa Manin, Fiume Tagliamento, le torbiere, le rogge, ecc.

Servizi
Sono essenziali per rendere fruibile il patrimonio sommariamente sopra individuato. Ci attiveremo per sostenere la nascita di imprese per il Bike Sharing (noleggio di biciclette tradizionali e a pedalata assistita); attiveremo corsi di formazione per accompagnatori turistici; provvederemo con il supporto dei finanziamenti regionali ad attivare un Ufficio Informazioni Turistiche. Coordineremo la creazione di un biglietto unico o una card prepagata per poter accedere a tutti i luoghi espositivi.

Eventi
Partiremo dalla riqualificazione della fiera di San Simone per farla diventare momento di espressione del senso di comunità e di appartenenza attraverso l’ esposizione dei valori culturali, artigianali e agricoli del territorio.
Attiveremo sinergia con le Associazioni Culturali e Sportive per la realizzazione di eventi sostenuti dai finanziamenti della L.R. 2/2002 (manifestazioni musicali, cicloturistiche). Ci adopereremo per creare un evento annuale in sinergia con i presidi slow food della regione che faccia diventare Codroipo punto di riferimento delle produzioni di qualità.

Commercio
Codroipo da sempre è stata una Città emporiale ma oggi ha bisogno di un nuovo “vestito” che deve essere confezionato dal piano urbanistico.
L’uso degli spazi privati, corti o la riqualificazione urbanistica degli spazi pubblici l’arredo urbano, e la creazione di percorsi pedonali dove si possano trovare momenti di relax e di acquisto in negozi di qualità devono diventare il tessuto per questo vestito. Tutto passa attraverso la collaborazione dell’Amministrazione con i commercianti e i privati cittadini, per questo é indispensabile l’istituzione di un tavolo di confronto permanente (consulta) nel quale si individuino e si concordino le azioni che ogni soggetto, chiamato a farne parte, si impegna a realizzare. Attenzione deve essere posta ai servizi commerciali essenziali nelle frazioni a sostegno della popolazione più anziana o in situazioni di disagio fisico.

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*