• comune-codroipo

Pubblicitari e PR, le scelte dell’ASP Moro di Dantoni e Marchetti.

L’Azienda per i Servizi alla Persona “Daniele Moro”, ente al quale è affidata, tra l’altro, la gestione del servizio sociale dei comuni dell’Ambito del Codroipese, decide di assumere un “addetto alla comunicazione” per mantenere, come si evince dal bando di selezione pubblicato a inizio Luglio, i rapporti con la stampa e con le istituzioni. Il compenso sarà di 14 mila euro annui per 4 ore settimanali di lavoro. 3 candidature sono arrivate nei 15 giorni in cui il bando è stato pubblicato sul sito dell’azienda. I 45 minuti di colloquio con i candidati si sono ultimati mercoledì 22 luglio.

Prendiamo atto che, come per il caso dell’ufficio stampa del Comune di Codroipo, l’amministrazione di Centro-Destra ritenga strategico utilizzare risorse pubbliche per dare incarichi ad addetti stampa per le pubbliche relazioni, piuttosto che indirizzarli all’investimento in attrezzature e al miglioramento dei servizi offerti. Una scelta strategica che appare a nostro avviso del tutto inopportuna in tempi di ristrettezze economiche come questi, forse dettata dal parere dell’ufficio legale delle Regione del 5 maggio scorso nel quale si precisava che la nomina di D’Antoni è illegittima per inconferibilità.

Purtroppo fino alle prossime elezioni possiamo solo continuare a raccogliere ed esprimere le preoccupazioni sulle scelte e i metodi di gestione della giunta Marchetti. Preoccupazioni che provengono da molte direzioni, sia dalla nostra comunità che da quelle limitrofe. Come la notizia di oggi (venerdì 24 luglio) che la UTI del Codroipese nascerà commissariata a causa dei ricorsi delle giunte di Centro-Destra e, cosa assolutamente assurda, anche del comune capofila. Come può essere che Codroipo non voglia la UTI del Codroipese? Forse perché nella mente della giunta Marchetti il Medio Friuli è un concetto di Sinistra e non una realtà storica, che se fatta fruttare può diventare il volano su cui rilanciare il ruolo di Codroipo e di tutti i comuni del circondario.

Ormai è evidente che possono esistere solo due tipi di amministratori: quelli che frenano e quelli che costruiscono. Noi, sicuramente, apparterremo ai secondi.

 

Nicolò Berti, segretario PD Codroipo

Lettera aperta di Luigino Scodellaro

Su richiesta, riportiamo di seguito in download la lettera aperta di Luigino Scodellaro al sindaco di Codroipo. In questa, l’ex assessore del centro-sinistra, cerca di smentire le voci che Marchetti sta diffondendo a fini elettorali per nascondere i suoi cinque anni di malgoverno e assenze.

 

Nicolò Berti, segretario PD Codroipo

 

– lettera aperta al sindaco 07.2015 (clicca per scaricare)

Newsletter


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003.

PD Social